Cos è il bdsm ed il fetish

La trasgressione non è più un tabù

Dalla Justine del Marchese De Sade alla Wanda di Sacher-Masoch, passando attraverso Freud, Dominique Aury e Anais Nin, fino alla trilogia delle 50 Sfumature, in letteratura esistono scene molto evocative del piacere controverso che scaturisce dalle pratiche BDSM.

Nei secoli, scrittori e psichiatri hanno esplorato in lungo e in largo i meandri della mente di chi cerca la soddisfazione fisica e mentale attraverso esperienze di questo tipo, e solo di recente alcuni comportamenti e pulsioni sono stati depennati dall’elenco delle parafilie del DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali). 

Oggi come oggi, secondo le statistiche una persona su 6 ha fantasie erotiche estreme e in Italia circa 4 milioni di persone praticano regolarmente giochi BDSM e fetish. Se da una parte il bondage è ancora un tabù per certe persone, è certo che la scrittrice E.L. James con le sue 50 Sfumature ha ampiamente sdoganato il concetto della perversione patologica legato al sesso estremo, portando alla luce del sole il senso di appagamento che deriva dalle dinamiche che si vengono a creare tra adulti consenzienti.

Cos’è il BDSM e il fetish

Per BDSM, acronimo di Bondage/Disciplina/Dominazione/Sottomissione/Sadismo/Masochismo coniato negli anni ’80, si intendono tutte quelle pratiche relazionali ed erotiche basate sul dolore, il disequilibrio di potere e/o l’umiliazione tra due o più partner adulti e consenzienti, che ne traggono piacere fisico e mentale. 

Per fetish invece si intende la tendenza a dirottare il proprio interesse sessuale su qualcosa di diverso da quello che è tradizionalmente il canale del piacere, ossia i genitali. Oggetto del feticismo può essere una qualunque altra parte del corpo (piedi, mani, e così via), un indumento, un’azione, o qualsiasi oggetto inanimato.

Se è vero che alla propria fantasia non bisogna mettere limiti, nel concreto l’unico limite alle pratiche BDSM e fetish è stabilito a tavolino tra le persone coinvolte, restando fermo il fatto che ognuno può decidere in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo di interrompere i giochi, usando una safeword concordata in precedenza.

A tal proposito è stata coniata nel 1984 dall’attivista David Stain la formula “Safe, Sane and Consensual”, che traccia un limite etico oltre il quale l’eros estremo tenderebbe a sfociare in un rapporto malsano e abusivo. 

Siti di annunci BDSM

Ora che hai un’idea un po’ più chiara della teoria, passiamo alla parte divertente: la pratica. Soprattutto se è la prima volta che ti avvicini al mondo del BDSM per dare un pizzico di pepe al rapporto un po’ stanco con il partner o semplicemente se sei curioso di sperimentare una nuova frontiera del sesso, è importante approcciarsi esclusivamente a siti affidabili.

Per non farti abbindolare da siti con vetrine luccicanti e patinate che potrebbero nascondere insidie, valuta bene ogni portale di annunci in base ad alcuni criteri imprescindibili: la sicurezza, la qualità dell’utenza, i contenuti, la buona riuscita degli incontri, e valuta attentamente le esperienze degli altri utilizzatori del portale.

Un approccio trasgressivo all’atto sessuale può avere comunque molte forme. Se sei molto giovane, ad esempio, e la tua fantasia segreta è avere rapporti con una donna più matura ed esperta, esistono siti appropriati in cui troverai pane per i tuoi denti.

Incontri BDSM

La premessa di ogni incontro BDSM è liberare la mente da ogni pregiudizio e lasciare correre la fantasia a briglie sciolte. Tuttavia, è bene fare due chiacchiere con la persona con cui sarai coinvolto nel gioco per stabilire i ruoli, definire il rapporto che andrete a creare, condividere le esperienze e conoscere gli strumenti che verranno utilizzati. La fiducia e la conoscenza dei limiti propri e dell’altro, sono imprescindibili per creare un ambiente in cui lasciarsi andare alla fantasia in tutta sicurezza. 

Ad ogni modo, se all’ultimo momento dovessi accorgerti di non essere pronto a fare un passo nel mondo dell’eros estremo, non sentirti obbligato: fidati sempre delle tue sensazioni.